TIROIDITE AUTOIMMUNE

----Messaggio originale----

Data: 12/04/2012 15.36
A: <
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Ogg: Dott.ssa Pelotti: tiroidite autoimmune gastrite autoimmune e allergie

Questa è una e-mail di contatto dal sito
http://www.pelotti.altervista.org/
inviata da:
Cristina 

Gentile dottoressa, mi chiamo Cristina, ho 44 anni e ho letto
l'interessantissimo blog sul suo sito, in particolare la parte in cui parla
della gastrite autoimmune rispondendo a una paziente. Ecco, io ho gli stessi
problemi di quella paziente, in più sono allergica e asmatica, sono allergica
al pelo di gatto, cane, cavallo, ai legumi, in particolare ai piselli, alle
arachidi, al lattice e anche al nichel ragione per cui mi è stato consigliato
di seguire una dieta nichel-priva (Maugeri di Pavia) che mi ha scombinato la
vita. Ho letto che lei consiglia di eliminare il glutine dalla dieta, in quanto
responsabile di tutte le malattie autoimmuni, io vorrei provare a farlo, ma
come faccio se non mangio carne (la dieta nichel-priva mi ha messo in notevole
difficoltà!) e non posso mangiare (molti) legumi, alimenti che fino all'anno
scorso avevano un posto fondamentale nella mia dieta, assieme a cereali
integrali...
>L'anno scorso un'endocrinologa mi ha suggerito di fare l'esame del sangue per
la celiachia ma è venuto negativo, sospetto come sostiene lei, di essere uno di
quei casi affetti da "gluten sensitivity". Nel frattempo sono già stata da due
gastroenterologi ed entrambi mi vogliono fare la gastroscopia, esame che non mi
sento di fare. Ho letto che esiste un test del sangue per la gastrite, il
gastropanel, ma non ho capito se è valido anche per la gastrite autoimmune o
solo per quella causata da helycopacter pilori.
>Aspetto una luce da lei.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.<Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.> ha scritto:

cara Cristina, sono sconcertata, come fai a dire che vuoi guarire se non mangi
carne?????????
l'uomo è un carnivoro non puoi andare contro la legge della natura, la natura
ti punisce come dire ho una macchina che va a benzina  e voglio dare il
gasolio!!
LEGGI gli allegati e comunque sei celiaca hai una GLUTEN SENSITIVITY!!!!!
cerca in internet storia della celiachia gastronet e leggi tutto
e autoimmune disease Mercola
SAPPI che se vuoi che la tua tiroide funzioni devi fare la dieta degli
eschimesi carne pesce uova, più sei vegetariana più aria hai nell'intestino
meno assimili iodio e la tiroide non funziona, non serve andare dai dottori,
nessun animale si fa prendere in giro facendo test o infilandosi tubi
nell'intestino, sa cosa deve mangiare per stare bene e non va contro le leggi
stabilite dalla natura !!
PER SAPERE se hai l'helicobacter fai il BREAT TEST
fammi sapere se hai dubbi!!!
Daniela



Gentile dott.ssa, anzi, posso chiamarla Daniela e darti del tu anche io? Prima di tutto. GRAZIEEEEEEE!!!! Sin da quando ho scoperto il tuo blog avevo già letto gli articoli sulla GLUTEN SENSITIVITY, grazie anche per tutti gli articoli allegati.

A questo punto proverò a fare il BREATH TEST per l'helicobacter pylori ed eviterò di farmi mettere un tubo nello stomaco che per me, essendo già asmatica, è fonte di ansia notevole. La cosa che trovo assurda, ma nello tempo anche comica, è che nel giro di un anno, sono stata da 2 gastroenterologi e nessuno dei due mi ha chiesto da cosa è costiutuita la mia dieta!!! Milioni di domande, certo, ma non quella:-)

Comunque da ieri ho già comprato un po' di carne, vorrà dire che mi sforzerò, che d'ora in poi penserò al benessere animale in modo diverso visto che ho questi problemi di salute da risolvere.

Comunque, nella prima mail mi sono espressa male, ho gli stessi problemi della ragazza che ha la gastrite autoimmune, pur non avendo problemi di dissenteria, ma restano in ogni caso le coliche gassose seppur non dolorose ma molto fastidiose e ultimamente ormai molto, molto frequenti, ma la sostanza credo non cambi.

Un caro saluto e un grazie enorme!!!


----Messaggio originale----

>
L'11 dicembre 2001 Angela G. scrive:

mi chiamo Angela G. ho 38 anni sono sposata e ho tre bambini.
Quello che sto per scrivere probabilmente risulterà inverosimile e frutto dell'immaginazione, ma purtroppo in realtà non è così. Per questo non mi aspetto di ricevere una risposta.
La mia storia è un po lunga ma credo che assomigli a quella di tantissime altre persone.
Nel 1995 dopo un anno dalla seconda gravidanza mi è stata diagnosticata una malattia autoimmune tiroidite di hashimoto. Ho preso per un anno una compressa al giorno di eutirox da 50mg, su consiglio dell'endocrinologo, per mettere a riposo la ghiandola tiroide in modo da permetterle di guarire dall'infiammazione, disse l'endocrinologo. I valori degli anticorpi dopo un anno erano raddoppiati. Così iniziai a girare tra i vari centri dell'Emilia Romagna e ho passato diversi endocrinologi tutti con teorie contrastanti o addirittura opposte. I miei sintomi e il mio malessere generale aumentavano, i medici dicevano che erano tutti dipendenti dalla tiroide. (FALSO!)
Sono arrivata alle medicine alternative, con l'omeopatia ho sbloccato il ciclo mestruale, ero in amenorrea da diversi mesi, poi con un esame che si chiama biorisonanza, un medico mi disse che la mia tiroide non era ammalata o meglio la malattia non derivava dalla tiroide, che in realtà era solo vittima, ma tutto dipendeva dal mio intestino.
L' intestino! Così ho iniziato il percorso dell'intestino e dell'alimentazione e sono approdata prima in un sito che raccoglie tutto quanto viene pubblicato e scoperto riguardo l'alimentazione, quindi intestino, e le malattie autoimmuni,PALEODIET.COM. Molto interessante lo consiglio. Di gran lunga più interessante quello che invece ho trovato sul sito dell'univeristà di Trieste pediatria.univ.trieste.it. In particolare la realtà è che dal 1991 per 10 anni hanno fatto una ricerca sulla correlazione tra l'assunzione di glutine e l'insorgere di malattie autoimmuni......Oggi la ricerca è finita e il risultato è che la correlazione c'è eccome! ma tutto tace nessuno divulga, ma d'altronde come potrebbero divulgare una cosa del genere! Ve lo immaginate "Italiani non mangiate più pasta e pane!", Il giorno dopo sono tutti a spasso!
Nel mio caso dopo avere avuto accesso a queste informazioni ho iniziato subito la dieta priva totalmente di glutine e anche di altri cereali (secondo quanto indicato su paleodiet.com) limitandomi a consumare solo carne pesce uova pochi latticini (yogurt e parmigiano) e tanta frutta e verdura. Bene la mia vita è cambiata non ho più i sintomi e il malessere generale, non ho più la pancia gonfia e non prendo l'eutirox!
Bene direte voi a noi che ci importa noi siamo diabetici!
Vi invito a fare un giretto sul sito dell'università di Trieste e leggere quanto riportato nella sezione ricerca sotto ai titoli "glutine e diabete", "celiachia" e per avere conferma di quello che hanno fatto "progetti di ricerca". Fate presto, perchè a volte il sito è protetto da password!!

Auguri a tutti i malti di malattie autoimmuni, ve ne ricordo alcune, tra le tante che a Trieste hanno correlato al glutine diabete, celiachia, tiroidite, artrite reumatoide, sclerosi multipla, dermatite erpetiforme, sindrome di down, sindrome di sjongen, allopecia, morbo di crhon, psoriasi ecc.
Buon Natale!
Angela G.

----Messaggio originale----

Data: 18/04/2012 19.53

Oggi: Dott.ssa Pelotti: gravidanza con Basedow...e ringraziamenti

Gentilissima Dr.ssa Pelotti, grazie, grazie per i suoi preziosi consigli alimentari...il Basedow è migliorato di molto, la mia forma fisica e mentale eccezionale. Quindi GRAZIE di cuore...Sto talmente bene che a sorpresa mi sono ritrovata in gravidanza da 6 settimane!! incredibile....Ora mi chiedevo, visto che lei è un'esperta nel settore, la mia alimentazione DEVE rimanere rigorosamente senza glutine, proteine giuste e senza esagerare con le verdure e i latticini? giusto? certo la nausea non mi aiuta...ma vorrei capire se devo mantenere la mia alimentazione adottata per cercare di curare il Basedow....Io la ringrazio infinitamente se mi risponderà, e comunque la ringrazio per il suo sito e per tutto. Un carissimo saluto, Eliana

RISPOSTA

cara Eliana ho piacere che tu abbia  capito che il segreto per far funzionare la tua tiroide è il cibo, e tra i cibi che causano la tua malattia ci sono gli amidi dei cereali, i legumi, le verdure cotte e alcuni tipi di verdure o frutta che ti danno meteorismo, più meteorismo hai nel tuo intestino e meno la tiroide funziona poichè non assimili lo iodio elemento fondamentale per la corretta funzione tiroidea, inoltre il glutine è la causa delle malattie autoimmuni per cui la sua eliminazione totale è fondamentale per guarire!! E' ovvio che in gravidanza dovrai seguire strettamente questa dieta, dovrai fare ancora più attenzione poichè in gravidanza  i cibi che non si tollerano danno un effetto di colite potenziato! questo è il motivo per cui in gravidanza ci si gonfia facilmente e lo stato infiammatorio dell'intestino può causare dolori al basso ventre o dolore "simil mestruale" con rischio di infiammazione dell'utero fino ad arrivare a contrazioni uterine e perdite di sangue la cosidetta "minaccia d'aborto"! Dico con le mie pazienti : o ci sta il cibo o ci sta il bambino!!

Un'altro segnale che ti manda il tuo corpo è la nausea che sta ad indicare "basta non infiammarmi più" non continuare  a mangiare! Cerca di capire se hai mangiato un cibo che il tuo corpo non vuole o semplicemente hai mangiato troppo, di più di quello che serve!!!

Se tu fossi stata una donna primitiva gravida, se hai un senso di nausea, non vai a pensare che sei incinta ( non c'era il test di gravidanza!!) e che è normale avere la nausea, avresti pensato che non dovevi più continuare a mangiare o che non dovevi più mangiare quel tipo di cibo troppo pesante!

Quindi se hai nausea bevi succo di limone tiepido con acqua e aspetta che ti passi la nausea prima di mangiare di nuovo. Sono semplicemente segnali che ti manda il tuo corpo a protezione del Bambino che deve crescere in un ambiente sano!

Sappi che è opinione comune che una carenza di acido folico in gravidanza comporta rischi di malformazioni!

Nessuno sa che i cereali, quelli con glutine specialmente non fanno assimilare l'acido folico e tante altre vitamine o elementi che servono alla  morfogenesi dell'embrione e del feto! Quindi assumere acido folico e continuare a mangiare glutine annulla l'effetto!



CELIACHIA E GRAVIDANZA

La gravidanza rappresenta un momento intimo e speciale nella vita di una donna, nonché un periodo di condivisione alimentare tra la mamma e il feto.

La paura della donna celiaca o con GLUTEN SENSITIVITY è che la sua intolleranza possa intervenire negativamente nella vita del nascituro, ma

UNA DIETA PRIVA DI GLUTINE SALVAGUARDA LA SALUTE DI MAMMA E BAMBINO

È sufficiente seguire le raccomandazioni che riguardano tutte le gestanti, anche non celiache:

1) assunzione di acido folico, una vitamina che previene le malformazioni del feto

2) monitoraggio del peso

3) accertamento dell’assenza di glutine o derivati in farmaci, vitamine e composti multiminerali  prescritti dal ginecologo

4) adeguato apporto di calcio - la gravidanza causa perdita di massa ossea e, nelle donne in cui la

diagnosi di celiachia è stata fatta in età adulta, se ne rischia una perdita maggiore in quanto il malassorbimento occulto aveva già minato i depositi di calcio nell'osso.

Nel caso in cui la donna non sappia di essere celiaca e/o non voglia accettare una dieta aglutinata, si rischiano danni legati non solo al malassorbimento, ma anche allo scatenarsi di reazioni immunitarie abnormi:

• il menarca, cioè il primo ciclo mestruale, può comparire tardi e le mestruazioni possono essere irregolari come ritmo e durata. Spesso si tratta di cicli non ovulatori che rendono più difficile, nelle giovani donne, il concepimento.

• il rischio di abortire è circa 9 volte più alto rispetto alle donne non celiache, così come quello di

avere un bambino sottopeso alla nascita o di allattare per meno tempo e con più fatica.

MANGIA QUINDI PROTEINE NOBILI ED EVITA IL PIU' POSSIBILE I CARBOIDRATI CHE CAUSANO INFIAMMAZIONI!

ARRIVERAI  al termine  con un corpo sano e un utero che si aprirà al momento giusto senza bisogno dell'intervento dei dottori e senza dolore!!

Un abbraccio e grazie a te per la tua testimonianza e fiducia!

 

Daniela

e-max.it: your social media marketing partner