daniela2

 
 

La causa di una gastrite cronica è sempre un cibo che crea infiammazione della mucosa gastrointestinale. Il glutine causa infiammazione e atrofia della mucosa gastrica quindi chi ha la gastrite cronica ha una gluten sensitivity. Se si ha una piaga sulla cute, qui i batteri vi trovano un habitat favorevole, si impiantano e si

moltiplicano. Così avviene nel caso di una mucosa gastrica infiammata e indebolita da alcuni cibi che non si tollerano e che il corpo segnala con sintomi di difficolta' a digerire, reflusso o bruciore. Questa mucosa infiammata viene rapidamente colonizzata da microrganismi presenti nel cavo orale e si organizzano in biofilm.

 

Il metabolismo di questi batteri è dipendente dalla presenza degli zuccheri, che vengono utilizzati per ricavare energia e per produrre sostanze adesive che permettano di aderire più tenacemente alle mucose indebolite. I batteri si nutrono prevalentemente di:
monosaccaridi: glucosio, galattosio, fruttosio


disaccaridi: lattosio (contenuto nel latte), maltosio (in molti vegetali), saccarosio (lo zucchero da cucina, il preferito dai batteri)
polisaccaridi: amido (polimero di glucosio presente in tutti i cereali), glicogeno
Se si cura con terapia antibiotica ma non si elimina la causa il problema non si risolve e l'infiammazione recidiva.

Il biofilm può contribuire alla resistenza agli antibiotici (un gruppo di bioingegneri ha infatti scoperto che i batteri all’interno del biofilm possono essere eliminati da antibiotici convenzionali se la struttura di queste comunità sessili viene perturbata da ultrasuoni o da campi elettrici a corrente continua) impedendo il trasporto di massa e la diffusione di queste sostanze attraverso il biofilm, probabilmente legando queste molecole direttamente. Alcuni studi hanno mostrato che la stabilità della struttura del biofilm è legata alla presenza di zuccheri neutri, polisaccaridi acidi e aminozuccheri.

 

e-max.it: your social media marketing partner